Tag: Norme Tecniche

CIRCOLARE APPLICATIVA NTC 2018: ECCO IL TESTO COMPLETO

Con l’entrata in vigore delle nuove Norme Tecniche per le costruzioni 2018, restava ancora sospesa l’approvazione della circolare applicativa dello stesso decreto lasciando ancora temporaneamente in vigore quella della precedente norma.

In data 27/07/2018 l’assemblea generale del Consiglio superiore dei lavori pubblici ha approvato il testo della Circolare attuativa del D.M. 17/01/2018 (NTC 2018).

(Disponibile in allegato il testo completo)

Il testo è da considerarsi ancora provvisorio e suscettibile di modifiche.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è presumibilmente prevista per gennaio 2019.

Share Button

Pubblicate le NTC-2018 … le Novità !!!

Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale il 20/02/2018 le NUOVE “Norme Tecniche per le Costruzioni 2018”.

Ci sarà un periodo transitorio di circa un mese prima dell’entrata in vigore ufficiale prevista per il 22/03/2018.

Posso anticipare, in estrema sintesi, i seguenti argomenti, che riguardano aspetti di rilevanza generale o puntuale.

— L’approccio metodologico non è cambiato: pertanto il professionista non dovrà confrontarsi con un cambiamento radicale nell’impostazione della norma, come è avvenuto con le NTC 2008

— E’ stata data maggior rilievo alle verifiche di duttilità

— Sono state specificate le modalità di verifica in campo sostanzialmente elastico, che coinvolgono, in particolare, le opere di fondazione e le strutture non dissipative

— E’ stato incrementato il fattore di struttura per le opere non dissipative

— Sono stati rivisti i minimi di norma e i dettagli costruttivi, in particolare per i pilastri, le pareti in cemento armato e per i nodi trave-pilastro (che ora coinvolgono anche le strutture in classe di duttilità bassa e le strutture non dissipative)

— E’ stato aumentato il coefficiente di sovraresistenza a pressoflessione nell’applicazione della gerarchia delle resistenze trave-pilastro (c.a.) per classe di duttilità bassa.

— Viene dato maggior rilievo e fornite indicazioni di calcolo più precise per gli elementi secondari e per quelli non strutturali

— Sono stati introdotti criteri di verifica più severi per le strutture prefabbricate

— Nel capitolo 8, che riguarda gli edifici esistenti, viene modificato l’indirizzo generale: si tende ora a privilegiare, realisticamente, gli interventi di miglioramento rispetto a quelli di adeguamento, che si riferiscono a cambiamenti significativi nell’impianto strutturale

— Per le strutture in legno si possono adottare coefficienti di sicurezza meno gravosi per materiali prodotti con linee di produzione di qualità

— Sono stati introdotti criteri più severi per le prove di accettazione dei materiali in cantiere (ad esempio per le opere in muratura)

— Sono scomparsi i riferimenti alle zone sismiche sostituiti da indicazioni sui valori di accelerazione di sito

— Per zone a bassa sismicità è ancora previsto un calcolo semplificato.

Share Button

In dirittura d’arrivo le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni

Pronto il decreto che manderà in pensione le NTC 2008. Nel nuovo testo maggiore integrazione con gli Eurocodici

Sono ormai a un passo dall’approvazione definitiva le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni. È praticamente pronto il DM di approvazione della revisione delle NTC che sancirà il superamento del testo del 2008 e l’entrata in vigore delle NTC 2016.

La relazione illustrativa del Decreto spiega che, rispetto al testo delle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC 2008), non è stata modificata la successione dei capitoli, né la relativa denominazione, mentre sono stati modificati la numerazione e la denominazione di alcuni paragrafi. La “Bozza di revisione delle Norme Tecniche per le Costruzioni” intende infatti porsi in continuità con le NTC 2008, riconfermandone sostanzialmente l’impostazione concettuale e metodologica.

Rispetto alle NTC 2008, il testo normativo è stato parzialmente rivisto, integrato ed aggiornato nei contenuti specifici, sia in relazione all’evoluzione tecnico-scientifica del settore delle costruzioni, sia a seguito dell’aggiornamento della normativa comunitaria in materia di prodotti da costruzione, nonché nella prospettiva di una sempre maggiore integrazione delle norme nazionali con i documenti normativi europei, fra cui gli Eurocodici.

Per molti aspetti, il testo delle nuove NTC è stato semplificato e reso più chiaro, anche a seguito dell’impatto determinato dall’applicazione concreta delle norme tecniche attualmente vigenti nei diversi contesti operativi, dal mondo della produzione di materiali, prodotti e componenti strutturali, al settore della progettazione e realizzazione delle opere, agli ambiti istituzionali preposti alla verifica di conformità dei progetti ed al controllo di qualità di prodotto e di processo.

Da tali settori istituzionali, professionali e produttivi, infatti, era stata espressa, ed è stata ribadita anche nel periodo più recente, una forte domanda di ulteriore semplificazione, snellimento e maggiore operatività delle NTC, anche al fine di agevolarne il rispetto e la pratica applicazione.

Per quanto concerne gli aspetti più prettamente di merito, il testo delle nuove NTC, rispetto alle precedenti, è stato reso ancor più in linea con il quadro normativo comunitario, in particolare con i contenuti degli Eurocodici e con il Regolamento UE 305/2011 relativo alla commercializzazione dei prodotti da costruzione.

Inoltre, rispetto alle NTC 2008, nel nuovo testo sono state riscritte intere parti delle norme per renderne più chiaro il contenuto, è stata apportata una maggiore uniformazione terminologica e lessicale, sono stati eliminati alcuni refusi redazionali sia nelle formule che nel testo, sono stati aggiornati i riferimenti normativi e si è proceduto ad una riorganizzazione complessiva, spostando alcuni paragrafi nell’ambito dello stesso capitolo per renderne più omogenea la lettura.

Share Button

Norme Tecniche per le Costruzioni, ecco la nuova bozza

Entro settembre il via libera delle Regioni; pubblicazione in Gazzetta prevista per fine 2016.

È stata trasmessa alla Conferenza Unificata la bozza aggiornata delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni. La prima riunione utile per l’acquisizione dell’intesa è prevista per il 22 settembre.

La bozza diffusa oggi riporta in rosso tutte le modifiche apportate nel corso della procedura di concerto interministeriale, rispetto al testo licenziato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici il 14 novembre 2014. Fra queste, sono evidenziate in celeste le modifiche richieste dal Dipartimento per la Protezione Civile il 1° giugno 2016.

Il testo fissa i principi da seguire nel progetto, nell’esecuzione e nel collaudo delle costruzioni e le prestazioni che gli edifici devono raggiungere in termini di resistenza meccanica e stabilità. La novità è l’adeguamento antisismico degli edifici esistenti sulla base di standard meno stringenti rispetto a quelli che saranno applicati alle nuove costruzioni.

Dovrebbero dunque essere rispettati i tempi annunciati all’inizio di agosto, che indicavano per la fine del 2016 la pubblicazione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) e della relativa Circolare esplicativa.

L’iter delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni
Le modifiche alle NTC 2008 sono state presentate al CSLLPP il 26 luglio 2013; la discussione della bozza delle nuove NTC è stata avviata nell’ottobre 2014. Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha dato il primo via libera alle nuove NTC nel novembre 2014, ma il testo è stato diffuso a marzo 2015.

Successivamente sono stati acquisiti il concerto tra Ministero delle Infrastrutture e Ministero dell’Interno e il parere del Dipartimento della Protezione Civile. Nei prossimi giorni è attesa l’intesa della Conferenza Stato-Regioni e la verifica di coerenza con la normativa in sede europea. Al termine di questi passaggi, le nuove NTC potranno essere pubblicate in Gazzetta Ufficiale.

La Circolare applicativa
Nel frattempo, alla fine del 2014 il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha avviato la stesura della circolare applicativa delle nuove NTC. I Componenti della Commissione dovranno far pervenire le loro osservazioni entro il 12 settembre, per poi giungere ad una riunione, probabilmente finale, il 19 settembre.

La previsione del CSLLPP è quella di far uscire il testo definitivo della Circolare congiuntamente alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle Norme Tecniche, entro la fine del 2016.

Share Button

Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni arriveranno entro fine 2016

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici indica i tempi per la pubblicazione delle NTC e della nuova Circolare esplicativa

Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) e la relativa Circolare esplicativa saranno pubblicate insieme entro la fine del 2016.

Lo fa sapere il Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) dopo la riunione del 26 luglio della Commissione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, di cui il CNI fa parte, che sta lavorando alla revisione della Circolare 617/2009 esplicativa delle NTC 2008 (DM 14 gennaio 2008), per aggiornarla alle modifiche apportate alle NTC licenziate dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici nel novembre del 2014.

Nell’incontro, il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLLPP) ha informato la Commissione sullo stato dell’iter legislativo delle Norme Tecniche: l’ultimo passaggio, quello della Conferenza Stato-Regioni, è previsto per la fine del mese di settembre.

L’iter delle nuove NTC
Ricordiamo che le modifiche alle NTC 2008 sono state presentate ufficialmente al CSLLPP esattamente tre anni fa, il 26 luglio 2013. Dopo mesi di stesura dei capitoli e di polemiche tra gli addetti ai lavori, nell’ottobre 2014, è stata avviata la discussione della bozza delle nuove NTC.

Nel novembre 2014 il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha dato il primo via libera alle nuove NTC (vedi bozza). Il testo fissa i principi da seguire nel progetto, nell’esecuzione e nel collaudo delle costruzioni e le prestazioni che gli edifici devono raggiungere in termini di resistenza meccanica e stabilità. La novità è l’adeguamento antisismico degli edifici esistenti sulla base di standard meno stringenti rispetto a quelli che saranno applicati alle nuove costruzioni.

Gli Ingegneri definirono quel testo “un compromesso necessario”; secondo i Geologi la geologia sarebbe stata “relegata in un angolo’; gli Architetti si dichiararono soddisfatti anche se “si poteva fare meglio”.

Il testo approvato nel novembre 2014 è stato diffuso a marzo 2015. Da quel momento l’iter prevede l’acquisizione del concerto tra Ministero delle Infrastrutture e Ministero dell’Interno, il parere del Dipartimento della Protezione Civile e della Conferenza Stato-Regioni, la verifica di coerenza con la normativa in sede europea.

Al termine di questi passaggi, le nuove NTC potranno finalmente essere pubblicate in Gazzetta Ufficiale (a marzo 2015 la pubblicazione era prevista entro fine 2015). Ma a gennaio 2016 ancora mancava il parere della Conferenza Stato-Regioni, che arriverà dunque per la fine del mese di settembre 2016.

Nel frattempo, alla fine del 2014 il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha avviato la stesura della circolare applicativa delle nuove NTC che, come annunciato, si concluderà insieme a quella delle nuove NTC, a fine 2016.

La Circolare esplicativa
Il gruppo di lavoro del CNI è già da tempo impegnato nella stesura del commento alla bozza della nuova circolare che è stata consegnata ai componenti della Commissione, nella sua interezza, nella riunione del 26 luglio.

I Componenti della Commissione dovranno far pervenire le loro osservazioni entro il 12 settembre, per poi giungere ad una riunione, probabilmente finale, il 19 settembre. La previsione del Presidente del CSLLPP è quella di far uscire il testo definitivo della Circolare, che deve essere licenziata solo dall’Assemblea del CSLLPP, congiuntamente alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle Norme Tecniche, entro la fine di questo anno.

Share Button